FRANCESCO DE MAIO

CERAMICA DI VIETRI


facebook
pinterest
instagram
phone

ITALIA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

CONTATTACI

FRANCESCO DE MAIO

CERAMICA DI VIETRI

Maioliche forgiate e decorate a mano che sono l'espressione di un mestiere antico con decorazioni che reinterpretano la memoria storica o la innovano secondo i mood più moderni e le nuove tendenze di design...

 

info@francescodemaio.it

Alessandro Mendini. Piccole Fantasie Quotidiane. 

Museo MADRE - Napoli

 


facebook
linkedin
vimeo
pinterest
instagram
messenger
whatsapp
phone
Alessandro Mendini. Piccole Fantasie Quotidiane. Madre Museum, Napoli

Una parete di maioliche alla mostra Piccole Fantasie Quotidiane

che il Madre di Napoli dedica ad Alessandro Mendini

 

Il capolavoro ideato da Mendini e realizzato dalla Ceramica Francesco De Maio

per il Festival del Paesaggio 2018 di Capri, entra a far parte della

collezione permanente del Museo Madre di Napoli.

 

Alessandro Mendini: Piccole Fantasie Quotidiane è la prima mostra in un museo pubblico italiano dopo la sua scomparsa, avvenuta il 18 febbraio 2019, e la prima, nella storia del Madre, dedicata a una delle più importanti figure nel panorama internazionale del design e dell’architettura del secondo dopoguerra.

Realizzata grazie a una collaborazione stretta con lo Studio Alessandro Mendini e curata da Gianluca Riccio e Arianna Rosica, la mostra, aperta dal 31 ottobre 2020 al 1 febbraio 2021, indaga la multidisciplinarietà del lavoro di Mendini e il legame tra la sua poetica e la cultura artistica d’avanguardia, con un focus dedicato al suo rapporto con Napoli, città che ha ospitato alcuni suoi interventi di arte pubblica. Tre i principali progetti: l’ideazione delle fermate della metropolitana di Salvator Rosa e Materdei e la riprogettazione di alcuni elementi chiave nell’ambito dei lavori di rinnovo della Villa Comunale.

Alessandro Mendini. Piccole Fantasie Quotidiane. Madre Museum, NapoliAlessandro Mendini. Piccole Fantasie Quotidiane. Madre Museum, NapoliAlessandro Mendini. Piccole Fantasie Quotidiane. Madre Museum, NapoliAlessandro Mendini. Piccole Fantasie Quotidiane. Madre Museum, NapoliAlessandro Mendini. Piccole Fantasie Quotidiane. Madre Museum, NapoliAlessandro Mendini. Piccole Fantasie Quotidiane. Madre Museum, NapoliAlessandro Mendini. Piccole Fantasie Quotidiane. Madre Museum, NapoliAlessandro Mendini. Piccole Fantasie Quotidiane. Madre Museum, NapoliAlessandro Mendini. Piccole Fantasie Quotidiane. Madre Museum, NapoliAlessandro Mendini. Piccole Fantasie Quotidiane. Madre Museum, NapoliAlessandro Mendini. Piccole Fantasie Quotidiane. Madre Museum, NapoliAlessandro Mendini. Piccole Fantasie Quotidiane. Madre Museum, NapoliIl capolavoro ideato da Mendini e realizzato dalla Ceramica Francesco De Maio per il Festival del Paesaggio 2018 di Capri, entra a far parte della collezione permanente del Museo Madre di Napoli.Alessandro Mendini. Piccole Fantasie Quotidiane. Madre Museum, NapoliAlessandro Mendini. Piccole Fantasie Quotidiane. Madre Museum, NapoliAlessandro Mendini. Piccole Fantasie Quotidiane. Madre Museum, NapoliAlessandro Mendini. Piccole Fantasie Quotidiane. Madre Museum, NapoliAlessandro Mendini. Piccole Fantasie Quotidiane. Madre Museum, NapoliAlessandro Mendini. Piccole Fantasie Quotidiane. Madre Museum, NapoliAlessandro Mendini. Piccole Fantasie Quotidiane. Madre Museum, NapoliAlessandro Mendini. Piccole Fantasie Quotidiane. Madre Museum, NapoliIl capolavoro ideato da Mendini e realizzato dalla Ceramica Francesco De Maio per il Festival del Paesaggio 2018 di Capri, entra a far parte della collezione permanente del Museo Madre di Napoli.Il capolavoro ideato da Mendini e realizzato dalla Ceramica Francesco De Maio per il Festival del Paesaggio 2018 di Capri, entra a far parte della collezione permanente del Museo Madre di Napoli.Alessandro Mendini. Piccole Fantasie Quotidiane. Madre Museum, NapoliIl capolavoro ideato da Mendini e realizzato dalla Ceramica Francesco De Maio per il Festival del Paesaggio 2018 di Capri, entra a far parte della collezione permanente del Museo Madre di Napoli.Alessandro Mendini. Piccole Fantasie Quotidiane. Madre Museum, Napoli

Intrecciando in modo poroso linguaggi differenti a cavallo tra sperimentazione concettuale e design e tra progettazione spaziale e produzione industriale, attraverso le stanze del museo Madre i principali passaggi teorici e linguistici della ricerca di Mendini sono presentati seguendo un andamento trasversale e diacronico – dalla decorazione concepita come tema autonomo di progettazione e come narrazione intorno all'oggetto alla tensione a scavalcare gli steccati linguistici e le rigide discipline di pittura, artigianato, design e architettura, sino alla necessità di creare un dialogo costante tra l'alto e il basso, il passato e il presente, il linguaggio artistico e la cultura popolare, il pezzo unico e la produzione in serie.

 

È tutta rosa e dedicata a Proust ed al Pointillisme la stanza coloratissima al centro della quale erge la grande parete di maioliche invasa da 25.590 minuscole pennellate a forma di puntini, ovviamente coloratissime, “alla Mendini”, da sempre aperto al linguaggio del contemporaneo in questo magico incontro tra la tradizione e la creatività tutta Made in Italy.

L’opera d’arte, una sorta di nebulosa colorata dalle infinite valenze semantiche e simboliche. ideata dall’architetto Alessandro Mendini è stata realizzata dalla Ceramica di Vietri Francesco De Maio nel luglio 2018 per la terza edizione del Festival del Paesaggio di Capri.

 

Il pannello, dalle dimensioni 280x240cm con maioliche 20x20cm decorate rigorosamente a mano, pezzo per pezzo, dai maestri decoratori della Ceramica Francesco De Maio, entra così a far parte della collezione permanente del Madre, Museo di Arte Contemporanea Donnaregina, di Napoli.

 

Opere, prototipi, documentazioni di performance, oggetti industriali, elementi d'arredo, disegni e bozzetti, realizzati da Mendini nel corso di oltre cinquant’anni di attività, saranno organizzati in una sequenza di stanze tematiche restituendo allo spettatore tutta la mobilità del linguaggio mendiniano, segnato da un approccio ibrido e interdisciplinare al progetto costantemente in bilico tra espressività e funzionalismo, in cui il principio dell’assemblaggio e dell'accostamento improvviso e imprevisto di materiali, misure e forme storiche tende a prevalere sul principio della sintesi.

Ceramica Francesco De Maio. Maioliche decorate a mano.
Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder